Data ultima modifica: 14 Dicembre 2021

“A gennaio lanceremo un nuovo progetto italiano per portare avanti dei progetti nel vostro Paese. Questi progetti avranno degli impatti nei prossimi decenni. L’Italia è un crocevia per la mobilità perché non è sostenibile l’aumento della auto private nelle città. Ci sono delle soluzioni per rispondere alle vostre esigenze. Ci deve essere una visone della mobilità incentrata sull’utente. Bisogna creare delle soluzioni che richiedono degli investimenti notevoli. Cubic coglie questa sfida di cui non va sottostimata la complessità. Il concetto ‘Mobilità come sistema’ in Italia ancora non esiste. Si possono cogliere le occasioni del Pnrr per creare un sistema all’avanguardia. Bisogna lavorare con i partner con la giusta esperienza per raggiungere dei livelli accettabili sfruttando le innovazioni. Continuiamo a vedere Paesi arrancare dopo aver fatto le scelte sbagliate. Vogliamo utilizzare gli investimenti che avete già realizzato”. Così Max Feetham, VP Business Development EMEA & India, Cubic Transportation Systems, nel corso del convegno di Asstra ‘Next Generation Mobility’. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]