Data ultima modifica: 4 Maggio 2021

“Sicuramente l’assembramento” in piazza Duomo per i festeggiamenti dello scudetto dell’Inter “comporterà dei danni, porterà un rialzo dei contagi, difficile prevedere quanti. E’ criticabile il comportamento del singolo, ma anche delle istituzioni visto che quell’evento era prevedibile. Lasciare una piazza totalmente libera è stato un errore, secondo me”. Lo afferma il matematico Giovanni Sebastiani, primo ricercatore dell’Istituto per le applicazioni del calcolo ‘M. Picone’ del Cnr, intervenuto a ‘L’imprenditore e gli altri’ su Cusano Italia Tv. Sebastiani è poi intervenuto sulla riapertura delle scuole: “Fino a qualche tempo fa avrei detto che i bambini sotto i 10 anni non contribuivano alla diffusione”, ma “con la variante inglese la situazione è cambiata. Io le scuole non le avrei riaperte, avrei fatto un discorso ai ragazzi rendendoli responsabili, scegliendo insieme a loro la modalità migliore per fare lezione a distanza. Invece i ragazzi sono diventati come barchette in mezzo alla tempesta, tra aperture e chiusure”, sostiene il matematico.  “Dall’ultimo rapporto che mi ha passato il professor Palù, emerge che nelle ultime due settimane, rispetto alla terzultima, ci sono solo due curve che non decrescono: quella del contagio da 0 a 9 anni che cresce e quella da 10 a 19 anni che è piatta. Tutte le altre sono in calo”, ha sottolineato.   

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]