Data ultima modifica: 24 Maggio 2021

“Il cavo era tranciato a terra e il sistema di freni di sicurezza pacificamente non ha funzionato perché la cabina si sarebbe bloccata. Perché questo si sarebbe verificato è oggetto dell’accertamento che sarà svolto”. Lo afferma Olimpia Bossi procuratore capo di Verbania che si occupa della tragedia sul Mottarone, spiegando che si indaga per “omicidio colposo plurimo” per le 14 vittime e “lesioni colpose per il bimbo ferito” nell’incidente. Ma si è pronti anche a procedere per “disastro colposo, una fattispecie specifica prevista come attentato colposo alla sicurezza dei trasporti”. “Non penso che ci saranno iscrizioni oggi, dobbiamo ancora avere il quadro completo ed esaustivo di tutti i soggetti giuridici che a vario titolo sono interessati alla gestione o alla revisione dell’impianto, stiamo acquistando tutta la documentazione relativa e sulla base di questa valuteremo”, poi afferma Bossi.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]