Data ultima modifica: 14 Aprile 2022

(Adnkronos) – Se la guerra Russia-Ucraina passa anche dal condizionatore d’aria – come esemplificato dal premier Mario Draghi – ben il 65,3% degli italiani è disposto a ridurre per non dipendere dal gas russo. E’ quanto emerge dal sondaggio Euromedia Research per ‘Porta a Porta’. Sulle sanzioni adottate contro la Russia, si dichiara favorevole il 60,3%, contrario il 28%. Mentre il 60,2% degli intervistati si schiera nettamente con le ragioni dell’Ucraina contro il 17,1% che dà ragione ai russi.  Si divide il campo sull’invio di nuove armi all’Ucraina: contrario il 45,7%, favorevole il 40,1%. Il 59,9% del campione di Euromedia Research è favorevole al nucleare pulito, contrario solo il 26,1%. Forte preoccupazione viene espressa dal 66,7% degli intervistati sulle future condizioni economiche in seguito alla guerra in Ucraina, a causa dell’inflazione il 55,6% ha ridotto i consumi nelle ultime settimane. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]