Data ultima modifica: 26 gennaio 2015

Martedì 27 gennaio 2015
si celebra in tutta Italia il “Giorno della Memoria”. Per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati, 
 
Il Sindaco di Ciampino, Giovanni Terzulli, nel 70° anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, avvenuta il 27 gennaio 1945, rivolge un deferente omaggio alle vittime della barbarie nazista che nel solo campo di Auschwitz provocò la morte di oltre 1.100,00 uomini, donne e bambini di nazioni, religioni ed etnie diverse.

La memoria, quale esperienza  del vissuto, è una risorsa fondamentale per l’umanità”, sottolinea il Sindaco Terzulli. “I valori civili e morali che porta con sé vanno trasmessi alle nuove generazioni per costituire un’occasione di riflessione e di approfondimento su uno dei più  tragici momenti della  storia del nostro  Paese  e dell’Europa. La memoria, infatti, ci consente di analizzare il passato per capire il presente e di evidenziare i meccanismi di creazione degli stereotipi e dei pregiudizi richiamandoci al principio di responsabilità individuale; l’antidoto più efficace per impedire il ripetersi delle tragedie del secolo scorso, capace di contrastare l’antisemitismo ed il razzismo purtroppo ancora presenti nella società europea”.

Nel “Giorno della memoria” l’Amministrazione comunale esporrà le bandiere a mezz’asta.

 
Ciampino, 26 gennaio 2015
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Allegati