Data ultima modifica: 18 Dicembre 2021

Graziano Mesina è stato “tradito” dalle mosse “di un favoreggiatore”. Ecco come è stato arrestato, la notte scorsa, come racconta all’Adnkronos il generale Pasquale Angelosanto, Comandante del Ros dei Carabinieri. Il blitz è scattato intorno alle 3 a Desulo, un paese del Nuorese. Ad arrestare il bandito ricercato dal 3 luglio del 2020 sono stati i Carabinieri del Ros, in collaborazione con quelli del Gis, del Comando provinciale di Nuoro e dello Squadrone eliportato carabinieri cacciatori ‘Sardegna’. Deve scontare una condanna a 24 anni di reclusione, che gli era stata notificata dalla Procura generale della Corte d’appello di Cagliari. Un arresto da “manuale”, un “intervento pulito”, nel corso del quale “Mesina non ha avuto il tempo per pensare”, come racconta il generale Angelosanto mentre è in viaggio per la Sardegna dove si terrà alle 10 la conferenza stampa.  I Ros e il Gis hanno seguito uno dei favoreggiatori di Mesina “che si muoveva in modo strano” fino al covo a Desulo, nel nuorese, dove abitava a casa di una coppia di insospettabili coniugi. “Era nascosto in una casa di due piani – dice il generale Angelosanto – e Mesina si nascondeva da mesi a piano terra dello stabile”.  Una indagine “lunga”, all’antica, condotta “senza confidenti o collaboratori di giustizia”, spiega ancora l’alto ufficiale. E all’arrivo dei Gis con il Ros il bandito Mesina non ha avuto “alcuna reazione”. “Si è arreso subito – racconta il generale Angelosanto – Non ha avuto alcuna reazione”. “Dal giorno della fuga” nel luglio del 2020 “lo abbiamo braccato senza sosta – dice ancora -da quel giorno è stato un lavoro incessante per la cattura”. Il bandito poteva “godere di una ampia rete di favoreggiatori”. E uno dei fiancheggiatori, senza volerlo, lo ha portato dritto al covo nel nuorese.  La coppia di coniugi che ospitava Graziano Mesina è stata arrestata per procurata inosservanza di pena “un reato un po’ più grave del favoreggiamento”, dice ancora il generale Pasquale Angelosanto intervistato dall’Adnkronos. I Carabinieri stanno cercando di capire da quanto tempo Graziano Mesina fosse ospitato in quella abitazione dove è stato arrestato. (di Elvira Terranova) 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]