Data ultima modifica: 4 Marzo 2022

(Adnkronos) – Un disastro nella centrale nucleare di Zaporizhzhia, bombardata questa notte dalla Russia in guerra con l’Ucraina, sarebbe 6 volte peggiore di quello avvenuto a Chernobyl. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky affermando che “questa notte sarebbe potuta essere la fine della storia dell’Ucraina e l’Europa”. “I tank russi sapevano contro che cosa stavano sparando, ed hanno mirato direttamente all’impianto”, ha aggiunto.  “Per la prima volta nella storia dell’uomo uno Stato terrorista ha fatto ricorso al terrorismo nucleare”, aveva detto in un video messaggio questa mattina. ”Nessuno Stato, tranne la Russia, aveva mai colpito una centrale nucleare”, ha aggiunto Zelensky che ha quindi chiesto “un’azione immediata da parte dell’Europa”. ”Solo un’azione immediata da parte dell’Europa può fermare le truppe russe”, ha poi scritto su Twitter. Dopo i bombardamenti della notte, la centrale nucleare di Zaporizhzhia, “è stata catturata dai militari della Federazione russa”, ha informato su Twitter l’Ispettorato ucraino per la regolamentazione nucleare (Sinr), precisando che ”i sistemi importanti per la sicurezza della centrale nucleare sono funzionanti”. Il Sinr ha aggiunto che “per il momento non sono stati registrati cambiamenti nello stato delle radiazione”. 

[Voti: 2    Media Voto: 1/5]