Data ultima modifica: 26 Febbraio 2022

(Adnkronos) – Guerra Ucraina-Russia, esplosioni e spari nelle ultime ore a Kiev. Secondo un post Facebook delle forze armate, che parla di “combattimenti attivi”, “pesanti scontri” sono avvenuti nella zona di Vasylkiv. Anche il governo ha confermato gli scontri e ha esortato i residenti a rimanere nei rifugi e a non avvicinarsi a finestre o balconi. Secondo ‘The Kiev Independent’, ci sarebbero state circa 50 esplosioni e spari di mitragliatrici nei pressi dello zoo e nella zona di Beresteiska. Un edificio residenziale è stato colpito da un missile o dal lancio di un razzo, riporta la Cnn. Le immagini diffuse da Kiev mostrano il palazzo, una ventina di piani in tutto, con le mura esterne di appartamenti su diversi livelli completamente distrutte, così come gli interni. Non è chiaro il numero delle vittime, ha detto il sindaco della città, Vitaliy Klitschko. “Kiev, la nostra splendida, pacifica città, è sopravvissuta a un’altra notte sotto gli attacchi delle forze di terra russe, dei missili. Uno ha colpito un appartamento a Kiev”, scrive su Twitter il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, denunciando l’attacco contro l’edificio residenziale nella capitale ucraina. “Chiedo al mondo: isolare completamente la Russia, espellere gli ambasciatori, embargo petrolifero, distruggere la sua economia – ha aggiunto – Fermare i criminali di guerra russi!”. Missili sarebbero inoltre stati lanciati contro il territorio ucraino a partire dal Mar Nero. A riferirne è la Bbc, che riporta anche segnalazioni di attacchi aerei in diverse aree, in un’apparente escalation di violenza.
 Oltre 3500 soldati russi coinvolti nell’invasione dell’Ucraina sarebbero stati uccisi, altri 200 fatti prigionieri. A riferire il bilancio sono i militari ucraini sui social. La Russia, si legge ancora, ha perso 14 velivoli, 8 elicotteri, 102 tank. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha postato su Twitter un video in cui si ritrae mentre cammina nelle strade di Kiev impegnato a contrastare le voci che circolano secondo cui avrebbe ordinato la resa alle truppe russe. “Ci sono molte informazioni false online secondo cui avrei chiesto al mio esercito di deporre le armi e avrei parlato di un’evacuazione in corso. Sono qui. Non deporremo le armi. Difenderemo il nostro stato”, afferma. “Una nuova giornata è iniziata sul fronte diplomatico con un colloquio con Emmanuel Macron. Armi ed equipaggiamenti dai nostri partner stanno arrivando in Ucraina. La coalizione contro la guerra sta funzionando”, ha scritto in un tweet il presidente ucraino. L’Ucraina ha smentito in nottata le notizie secondo cui le autorità di Kiev si sarebbero rifiutate di negoziare un cessate il fuoco. “Devo negare le affermazioni secondo cui ci siamo rifiutati di negoziare. L’Ucraina era e resta disposta a parlare di cessate il fuoco e di pace. Questa è la nostra posizione costante”, ha dichiarato il portavoce del leader ucraino Zelenski, Sergii Nikiforov, su Facebook. “Quanto prima inizieranno i negoziati, maggiori saranno le possibilità di tornare alla vita normale”, ha aggiunto.
 Le truppe russe avrebbero preso la città sudoccidentale ucraina di Melitopol, nella regione di Zaporizhzhva A riportarlo è l’agenzia di stampa russa Interfax, citando il ministero della Difesa di Mosca. La stessa fonte ha annunciato che le forze russe hanno usato missili cruise per condurre attacchi notturni contro bersagli militari in territorio ucraino.
 Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato un memorandum per garantire fino a 600 milioni di dollari in “assistenza militare immediata” all’Ucraina. Il provvedimento impegna il segretario di Stato Antony Blinken a fornire “assistenza militare all’Ucraina” per 250 milioni di dollari. Altri 350 milioni verranno stanziati sotto forma di servizi che fanno capo al Dipartimento della Difesa.
 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]