Data ultima modifica: 24 Marzo 2022

(Adnkronos) – Ucraina-Russia, in tempo reale le ultime notizie oggi 24 marzo a un mese dall’inizio della guerra. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha lanciato un appello a tutti i Paesi del mondo: “Scendete nelle piazze, scendete nelle strade, fatevi vedere e fatevi ascoltare. La libertà è importante e le persone contano. Difendete la libertà, difendete la vita”. Oggi Consiglio Ue e summit Nato. Le news dell’ultim’ora: ORE 8.59 – Dal 24 febbraio, dall’inizio della guerra in Ucraina dopo l’invasione russa, sono stati finora uccisi 128 bambini. Lo denuncia l’ufficio del procuratore generale dell’Ucraina sul suo canale Telegram. Una denuncia rilanciata dai media locali secondo cui i bambini feriti sono 172. ORE 8.47 – Ammonterebbero a 15.800 le perdite fra le file russe dal giorno dell’attacco di Mosca all’Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, appena diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. ORE 8.38 – Dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, un mese fa, 294 civili, compresi 15 bambini, sono rimasti uccisi nella città nordorientale di Kharkiv. La denuncia arriva via Telegram dalla polizia della regione. Prima della guerra a Kharkiv vivevano 1,5 milioni di persone. ORE 8.33 – L’eventuale uso di armi chimiche da parte della Russia in Ucraina “è una preoccupazione: dobbiamo mettere in chiaro che sarebbe inaccettabile”. Lo dice il premier norvegese Jonas Gahr Store, a margine del summit Nato a Bruxelles. Per Store, “gli alleati sono uniti” e “l’impegno per la difesa collettiva è molto solido”. ORE 8.27 – La Russia sta intensificando gli attacchi aerei, con oltre 250 voli registrati in 24 ore. Lo afferma lo Stato Maggiore ucraino. Sessanta in più rispetto alle precedenti 24 ore, secondo le notizie diffuse dagli ucraini. Gli obiettivi principali restano le aree nella zona e intorno a Kiev, Chernihiv, e Kharkiv. I militari ucraini sostengono siano stati colpiti ieri 11 “obiettivi aerei nemici”, compresi sette aerei, un elicottero, un drone e due missili da crociera. ORE 8.21 – Con la guerra in Ucraina “stiamo affrontando la più grave crisi della sicurezza della generazione. Per questo l’Alleanza deve rivedere la deterrenza e la difesa nel lungo termine”, che è il tema che i leader inizieranno a discutere oggi. Lo sottolinea il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, a Bruxelles prima del vertice dei capi di Stato e di governo dell’Alleanza a Evere, alla periferia nordest di Bruxelles. Il primo passo, a breve termine, è la costituzione di “quattro battaglioni multinazionali” in “Bulgaria, Romania, Ungheria e Slovacchia”, conclude. ORE 8.14 – La Casa Bianca ha formato una squadra di funzionari della sicurezza nazionale per delineare scenari nel caso in cui la Russia utilizzi armi chimiche, biologiche o nucleari. Lo riporta il New York Times citando la testata ucraina ‘Pravda Europea’. Il ‘Tiger Team’ starebbe anche vagliando le risposte possibili se Putin colpisse territori Nato attaccando i convogli che trasportano armi e aiuti in Ucraina. Incontrandosi tre volte alla settimana in sessioni segrete, il team starebbe anche valutando le risposte se la Russia allargasse la guerra nei Paesi vicini, tra cui Moldavia e Georgia. ORE 8.06 – “Combatteremo tutti fino all’ultimo” per difendere l’esistenza dell’Ucraina “e per proteggere l’Europa intera da un’aggressione più grande” perché “questa è un’aggressione iniziata in Ucraina contro l’Europa e il mondo intero”. Lo dice il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un’intervista a la Repubblica, la prima a un quotidiano italiano dall’inizio dell’invasione russa, in cui afferma che “la guerra lampo è fallita” mentre “l’eroica resistenza degli ucraini” va avanti “da ormai un mese” con il “nemico demoralizzato” e l’esercito russo che “ha subito maggiori perdite di persone e attrezzature rispetto ai dieci anni di guerra in Afghanistan” nel mezzo di una “guerra senza regole” e “alcun rispetto di qualsiasi convenzione” perché “usano le armi e le bombe vietate dalle convenzioni internazionali, uccidono i civili, le donne e i bambini”, bombardano “ospedali, scuole, teatri dove i civili si nascondono nei sotterranei, e lo stanno facendo deliberatamente”. ORE 7.57 – Il presidente russo Vladimir Putin “ha fatto un grosso errore” scatenando la guerra in Ucraina, perché “ha sottovalutato la forza e il coraggio del popolo ucraino e delle sue forze armate”. Lo dice il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, a Bruxelles prima del vertice dei capi di Stato e di governo dell’Alleanza a Evere, alla periferia nordest di Bruxelles.
 ORE 7.45 – Una delegazione delle forze di opposizione della Bielorussia ha iniziato una visita in Ucraina. Lo comunica la leader dell’opposizione Svetlana Tikhanovskaya, spiegando che la delegazione comprende due suoi rappresentanti, più uno di ByPol, il movimento che raggruppa ex rappresentanti delle forze dell’ordine contrari al presidente Lukashenko, e un rappresentante del movimento Nau. ORE 7.32 – Respinti da Mosca ripetuti tentativi, nell’ultimo mese, da parte dei vertici militari e della Difesa Usa di parlare con le controparti russe. Secondo dichiarazioni del portavoce del Pentagono, John Kirby, riportate dal Washington Post, dall’invasione russa dell’Ucraina il segretario alla Difesa, Lloyd Austin, e il generale Mark Milley, hanno cercato di avere contatti telefonici con il ministro russo della Difesa, Sergei Shoigu, e con il generale Valery Gerasimov, ma i russi si sono “sinora rifiutati di impegnarsi”. ORE 7.20 – Duro monito del ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba alla Bielorussia sulla eventualità di una partecipazione all’invasione russa: “Abbiamo comunicato in modo molto semplice e chiaro a Minsk che se le sue forze armate dovessero entrare nel territorio dell’Ucraina e avviare le ostilità saranno distrutte senza pietà, proprio come viene distrutto l’esercito russo”, ha affermato il ministro citato dall’agenzia Ukrinform.  ORE 7.05 – Il porto di Berdyansk, nella regione ucraina di Zaporizhzhia, “è in fiamme”. Lo riportano media locali.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]