Data ultima modifica: 13 Marzo 2021

Una “minaccia per la sicurezza” degli Stati Uniti. Questo rappresentano per la Federal Communications Commission (Fcc) Huawei e altre quattro aziende cinesi. Con il colosso cinese delle tlc, che ha già subito duri colpi negli Usa, ci sono Zte, anche questa nel mirino di altre misure, Hytera Communications, Hangzhou Hikvision Digital Technology e Dahua Technology. Per Jessica Rosenworcel, alla guida della Fcc, “questo elenco rappresenta un grande passo verso il ripristino della fiducia nelle nostre reti di comunicazione”. “Gli americani – ha osservato – fanno sempre più affidamento alle nostre reti per lavorare, seguire la scuola o avere accesso all’assistenza sanitaria e dobbiamo essere certi che queste comunicazioni sono sicure”. La blacklist viene presentata come “una guida significativa” per le reti di nuova generazione in modo che “non vengano ripetuti gli errori del passato o usati servizi o apparecchiature che costituiscono una minaccia per la sicurezza nazionale Usa o per la sicurezza degli americani”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]