Data ultima modifica: 20 aprile 2016

L’Amministrazione comunale informa che si è concluso, nella giornata di ieri, l’arrivo a Ciampino di tutti i richiedenti asilo politico, provenienti da tre centri di accoglienza di Roma e Provincia e che ora sono ospiti presso la struttura comunale di via Melvin Jones.
Il centro, totalmente ristrutturato e riportato alle sue origini, sarà gestito dall’Azienda Servizi Pubblici SpA in collaborazione con Croce Rossa Italiana – Comitato Locale di Ciampino, a seguito di una Convenzione sottoscritta tra il Comune di Ciampino e la Prefettura di Roma.
 
“Abbiamo accolto circa 70 stranieri richiedenti la protezione internazionale, provenienti da diversi Paesi, per rispondere positivamente all’appello delle Prefetture in relazione all’imminente emergenza umanitaria che interessa l’Italia ormai da molto tempo”. Ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Giovanni Terzulli che, ha precisato “ASP curerà il servizio dei pasti, di pulizia dei locali, degli arredi e del trasporto. La Croce Rossa, società volontaria di soccorso ed assistenza, invece, gestirà il progetto di accoglienza dei migranti forte da sempre della sua esperienza in campo umanitario. La scelta fatta è dunque una scelta di accoglienza ed i fatti di cronaca sugli sbarchi di questi giorni non fanno altro che darci ragione. Io credo sia giusto che ogni Comunità sia responsabilizzata in questo senso. Noi non vogliamo che si costruiscano muri, al contrario, vogliamo abbattere quelli esistenti, soprattutto culturali”.
 
“Il Comune ha condotto i lavori per il ripristino di tutti i bagni presenti nelle camere dell’Ostello, mentre la società partecipata comunale – ha aggiunto Graziella Fiorini, Assessore alla Multiculturalità e Pari Opportunità – ha provveduto al riallestimento dell’arredo interno, dopo aver effettuato lo sgombero dei materiali non più utilizzabili, tinteggiato e pulito tutti gli ambienti. Tra gli obiettivi strategici che contiamo di raggiungere, sicuramente quello di favorire il supporto e l’inclusione sociale rafforzando il rapporto tra singolo individuo e comunità. Sono sicura – conclude Fiorini – che i corsi professionali e i tirocini formativi che verranno attivati in favore dei migranti – tramite bandi di finanziamento e raccolta fondi – vedranno nel tempo anche la partecipazione di cittadini ciampinesi, chiaramente in un ordine di priorità stabilito con la collaborazione dei Servizi sociali del territorio e a tutela di tutte le fasce più deboli”.
 
Nei prossimi giorni l’Amministrazione incontrerà le associazioni del terzo settore, i comitati di quartiere e le comunità religiose locali per continuare a condividere insieme lo stato di avanzamento del progetto accoglienza integrata.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Allegati