Data ultima modifica: 4 Febbraio 2021

I manager della Camera che rappresentano l’accusa nel processo di impeachment a Donald Trump che inizierà la prossima settimana al Senato statunitense, hanno chiesto formalmente all’ex presidente di testimoniare sotto giuramento. Il capo dei 10 deputati che svolgono le funzioni di procuratore, Jamie Raskin, ha inviato una lettera ai legali di Trump dopo che questi hanno depositato una memoria in cui negano quelli che il democratico definisce “fatti incontrovertibili” a sostegno del ruolo svolto dall’ex presidente per istigare l’insurrezione del 6 gennaio, come affermato nell’articolo di impeachment.  “Due giorni fa – si legge nella lettera del democratico che si rivolge direttamente a Trump – ha depositato una memoria in cui nega molte delle fondate accuse presentate nell’articolo di impeachment. Ha così cercato di mettere in dubbio fatti cruciali nonostante le chiare e schiaccianti prove del suo crimine costituzionale”. “Alla luce della sua contestazione di queste accuse – conclude la lettera – le scrivo per invitarla a fornire una testimonianza, sotto giuramento, prima o durante il processo di impeachment, riguardo al suo comportamento il 6 gennaio scorso”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]