Municipio: Largo Felice Armati, 1 00043 Ciampino (RM) (+39) 06.79097.1 protocollo@pec.comune.ciampino.roma.it

Inaugurazione Sottopasso Acqua Acetosa

Giovedì 16 dicembre 2010 è un giorno che verrà ricordato nella storia di Ciampino.

Il Sindaco di Ciampino Walter Enrico Perandini e l'Assessore alle infrastrutture Marco Pazienza, il Presidente della Provincia di Roma On. Nicola Zingaretti, ed il Vescovo di Albano Mons. Marcello Semeraro hanno inaugurato il sottopasso viario in località Acqua Acetosa e, successivamente, la mostra archeologica allestita nella Sala Consiliare con il ritorno a Ciampino dopo 126 anni della statua dell'Apollo Pizio e con i reperti rinvenuti in località Marcandreola nel corso dei lavori.

Alla cerimonia hanno preso parte gli onorevoli Antonio Rugghia e Cosimo Ventucci, il consigliere regionale Carlo Ponzo, molti amministratori locali e centinaia di cittadini che da molti anni attendevano questa importante opera. Contemporaneamente alla inaugurazione del sottopasso, è stato chiuso il passaggio a livello alla linea ferroviaria Roma-Albano fino ad oggi operativo.

I lavori hanno visto la realizzazione del sottopasso veicolare e pedonale alla linea ferroviaria Roma – Albano della lunghezza di ml 30, con relativi innesti su Via dell’Acqua Acetosa e scala di accesso al liceo scientifico “Volterra”, la realizzazione di una nuova strada di collegamento tra Via dell’Acqua Acetosa e Via Doganale per l’eliminazione del passaggio a livello Sassone (inaugurata lo scorso mese di settembre), l'allargamento della sede stradale e il rifacimento dell'asfalto di Via dell’Acqua Acetosa (nel tratto compreso tra il passaggio a livello F.S. e la Scuola Elementare “Sabin”), l'ampliamento della sede stradale di Via dei Laghi con realizzazione di impianto di pubblica illuminazione e percorso pedonale protetto da Via Mura dei Francesi a Via dell’Acqua Acetosa, la realizzazione di un nuovo accesso laterale per l’utilizzo del parcheggio retrostante il liceo Volterra con barriera antirumore a protezione dell’istituto scolastico.
L'apertura del sottopasso, insieme alla nuova viabilità realizzata a servizio, hanno permesso sia la rimozione del sovrappasso pedonale in ferro che per il periodo dei lavori ha collegato Via dei Laghi ed il Liceo, sia sopratutto l'ottimizzazione dei flussi viari sulla Via dei Laghi con il superamento di due passaggi a livello fino ad oggi presenti (Acqua Acetosa e Sassone).
L’opera, pur se finalizzata alla soluzione di problematiche intercomunali (Via dei Laghi è la principale via di collegamento tra Roma ed i Castelli romani), è stata realizzata con oneri a totale carico del Comune di Ciampino, per un costo complessivo pari ad  € 6.340.000,00

"La fase progettuale del sottopasso – ha affermato Perandini – è iniziata nel 1994 quando ero assessore ai lavori pubblici nella prima Giunta Rugghia. Nel corso della realizzazione sono venuti alla luce la cisterna romana, antichi assi stradali ed altri reperti. Un tesoro che rappresenta la nostra storia ed è un grande elemento di identità comunitaria".

"L'inaugurazione di oggi – ha affermato Zingaretti – è importante per due motivi: le istituzioni devono dimostrare che funzionano e non esistono scorciatoie nel rapporto di fiducia tra gli enti e i cittadini. L' apertura di oggi è un tassello per ricostruire questa fiducia. Un' opera fatta nella trasparenza e volta a migliorare la qualità della vita dei cittadini. Il secondo motivo invece è che non si tratta di una parentesi nel nulla ma di un'opera strategica in un quadrante dove è esplosa la residenzialità senza servizi. E' nostro compito fare in modo che si trovi una soluzione".

I tempi d’esecuzione si sono protratti a seguito dei continui ed importanti rinvenimenti di reperti archeologici, tra i quali il più importante di questi trattasi di una gigantesca cisterna di inizi I secolo d.C., composta da un vasto spazio trapeziodale con 23 pilastri, che si appoggia su un muro in opera quadrata del V secolo a.C. che serviva per irreggimentare le acque di un rivo o di un torrente ora scomparso.

Ciò ha comportato un impegno straordinario sia sul piano delle variazioni progettuali elaborate d’intesa con i tecnici della Sovrintendenza, che hanno previsto la salvaguardia della cisterna e del muro, che sul piano esecutivo. Pur se finanziata, resta ancora da completare l’opera di valorizzazione dell’area archeologica mediante il ricollocamento di parte delle murature antiche intercettate dal tracciato stradale e la realizzazione di percorsi che renderanno fruibile l’intera zona.

il sottopasso e la nuova viabilità

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Allegati

  • sott3 • 54 kB • 0 click
    09.02.2011