Un po' di storia

Ultima modifica 3 giugno 2024

Il 1974 è un anno importante per Ciampino, essendo quello in cui, dopo un lungo iter, viene approvata la costituzione del Comune, l'8.064esimo d'Italia.

La legge istitutiva del Comune di Ciampino viene pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del 4 ottobre. Il 18 dicembre viene nominato Commissario per Ciampino il dott. Elio Priore.

Le cronache cittadine del 1975 sono piene d'eccitazione per la fondazione e i primi passi del nuovo Comune. Il 15 giugno si tengono le elezioni. Gli elettori sono 19.224, di cui 9.345 maschi e 9.879 femmine. Particolarità di questa elezione, che si tiene in concomitanza con quella del Consiglio Regionale, è l'essere la prima, per i residenti di Ciampino, in cui possono votare i diciottenni. Dall'8 marzo 1975 è in vigore la Legge n.39, con cui sono stati riconosciuti il raggiungimento della maggiore età, e quindi anche il diritto di voto, ai diciottenni.

Il primo Consiglio comunale + formato da 10 comunisti, 7 democristiani, 5 socialisti, 3 socialdemocratici, 3 missini, 1 repubblicano e 1 rappresentante del Comitato Apolitico Cittadino Ciampinese (CACC). Il CACC è la lista civica che ha promosso l'autonomia da Marino. Il 16 luglio, nella prima seduta del Consiglio comunale, viene eletto primo Sindaco di Ciampino Felice Armati (PCI). I Consiglieri sono 30, la Giunta è formata dal Sindaco, da quattro Assessori effettivi e due supplenti.  

 


Cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy