Data ultima modifica: 12 Luglio 2021

La vittoria dell’Italia agli Europei di calcio emoziona Sandro Mazzola. “Ho un po’ di nodo in gola, sono stati bravi, bravissimi. Dentro questa nazionale c’è qualcosa, sono stati bravi di testa e di piede. Avendo visto le partite precedenti pensavo che ce l’avrebbero fatta, mi sembrava che avessero qualcosa più degli altri”, ha detto raggiunto telefonicamente dall’Adnkronos. “Anche se io sempre pronostico vittoria quando c’è l’Italia o l’Inte”, sorride l’ex campione italiano e dirigente sportivo dell’Inter. Che non lesina commenti entusiasti sull’allenatore degli Azzurri, Roberto Mancini. Ero innamorato del Mancio giocatore, e il Mancio allenatore è ancora più bravo. Sa legare i giocatori, sa mettere in testa le cose giuste. Mi piaceva talmente tanto come giocatore, che ho provato a portarlo all’Inter quando ero dirigente, ma non ci sono mai riuscito”, rivela Mazzola. Il giocatore preferito di questa nazionale è “difficile da scegliere, ma dopo stasera sicuramente Donnarumma”, ammette l’ex campione. Che rivolge un pensiero anche al Mondiale del 2022. “Giocatori italiani ne abbiamo di bravi e possiamo fare un’ottima nazionale anche ai Mondiali, e giocarceli. Adesso però godiamoci questo momento”, conclude.    

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]