Data ultima modifica: 27 Giugno 2020

La Lazio ribalta la Fiorentina e risponde alla Juventus. I biancocelesti passano per 2-1 al Franchi e restano a -4 dai bianconeri nella classifica di Serie A. Una partita molto complicata per la squadra di Inzaghi, che trova tre punti fondamentali nella lotta scudetto grazie alle reti nella ripresa di Immobile su rigore e Luis Alberto. Ai viola non basta una perla di Ribery nel primo tempo per evitare rimonta e sconfitta.  La Lazio non è al top e la Fiorentina interpreta nel migliore dei modi un match difficile. Tutto diventa più facile con il Ribery ammirato nel primo tempo. Il talento francese prende per mano i viola e li porta all’intervallo in vantaggio con una magia al 25′: slalom tra Patric e Parolo e destro sul primo palo che inganna Strakosha. La Lazio non trova le energie necessarie per la risposta immediata e in avvio di ripresa la Fiorentina va vicinissima al raddoppio con un sinistro a giro di Ghezzal che si stampa sulla traversa.  I biancocelesti si salvano e la luce s’accende al 66′, quando l’arbitro Fabbri concede il rigore (tra le proteste della panchina viola) per un contatto in area tra Caicedo e Dragowski. E dal dischetto, Immobile non si lascia sfuggire l’occasione per cambiare verso alla serata. La Fiorentina, stanca, prova ad abbassare i ritmi. La Lazio però soddisfa la sua fame di tre punti con il gol del 2-1 firmato da Luis Alberto. Lo spagnolo trova il jolly all’82’: il pallone torna tra i suoi piedi dopo un rimpallo e il rasoterra dal limite dell’area è chirurgico.  Nel finale la Lazio controlla senza grossi patemi e la Fiorentina nel recupero resta anche in inferiorità numerica per il rosso a Vlahovic che rifila una gomitata a Patric. Espulso anche Inzaghi in panchina per proteste, ma la sua Lazio resta in corsa per lo scudetto.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]