Data ultima modifica: 30 giugno 2011

Ciampino, 30 giugno 2011
Il Consiglio comunale di Ciampino ha approvato il Bilancio di previsione 2011 con 18 voti favorevoli (Pd, Udc, Sel, Psi e La Città Che Vorrei) e 7 contrari (Pdl, Cambiare si può).

Il piano finanziario dell'Ente, presentato dall'Assessore alle Risorse, Giovanni Terzulli, prevede entrate ed uscite per 59,3 milioni di euro con priorità per il piano del decoro e dell'arredo urbano, per il piano generale degli asfalti, per il sostegno alle attività produttive e creazione sportello giovani imprese e per la riduzione del traffico nella Città.

L'Assessore Giovanni Terzulli ha evidenziato gli obiettivi 2011/2013, ponendo particolare attenzione sulla razionalizzazione delle spese, ridefinizione dei servizi erogati dall'Ente, considerando per gli stessi la sostenibilità economica e l'impatto sociale, nonché la riorganizzazione interna del personale per l'ottimizzazione dei servizi e l'introduzione degli indicatori di benessere delle politiche pubbliche.

Per ciò che riguarda le entrate, l'azione di verifica e monitoraggio si concentrerà sul recupero dell'evasione nelle aree fabbricabili, sugli oneri concessori per i permessi a costruire, sull'alienazione di parte del patrimonio comunale, sui sistemi di incentivazione e implementazione del servizio pubblico e sulla risoluzione del contenzioso della questione Barbuta.

Preso atto della situazione finanziaria dell'Ente, aggravata dai continui tagli ai trasferimenti e dai vincoli imposti dal Patto di Stabilità – ha dichiarato l'Assessore alle Risorse, Giovanni Terzulli – siamo riusciti a realizzare e a chiudere uno schema di Bilancio che va nell'ottica di migliorare la qualità della vita dei cittadini. Siamo consapevoli dell'impatto che avrà l'aumento della T.I.A. sulle famiglie, generato dalla mancanza dei contributi sovracomunali, da un aumento dei costi per il conferimento in discarica e da una ridistribuzione delle percentuali tra utenze domestiche ed attività produttive, ma lo stesso sarà ripagato da un miglioramento del servizio, in risposta alle istanze dei cittadini, che in questi anni hanno confemato una particolare sensibilità sull'importanza ambientale e sociale del servizio. La quota pro-capite al'interno della nostra Città – ha concluso l'Assessore Terzulli – rimane comunque la più bassa rispetto agli altri Comuni limitrofi presi a riferimento”.

Gli obiettivi principali di questo bilancio – ha dichiarato il Sindaco di Ciampino, Simone Lupi – sono e restano  quelli con i quali ci siamo presentati ai cittadini nella campagna elettorale, con particolare attenzione all'arredo e al decoro urbano, garantendo inoltre tutti quei servizi al cittadino per i quali non sono stati previsti aumenti. Una politica di sviluppo e di ottimizzazione dei servizi sociali, sia a carattere generale che a domanda individuale, con l'obiettivo di mitigare le differenze socio-economiche nella nostra Comunità”.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]