Data ultima modifica: 18 Dicembre 2020

In viaggio verso l’Italia i due pescherecci con a bordo i 18 pescatori liberati ieri mattina in Libia dopo tre mesi di sequestro. Le due imbarcazioni, ‘Medinea’ e ‘Antartide’ hanno lasciato il porto di Bengasi poco prima dell’una di notte con destinazione Mazara del Vallo (Trapani) dove arriveranno domenica mattina. Già ieri sera i pescherecci erano pronti alla partenza ma una delle due barche ha avuto un guasto elettrico al motore ed è stato necessario rinviare la partenza. Adesso i due pescherecci sono in navigazione, scortati da due navi militari italiane. Lo conferma all’Adnkronos l’armatore del Medinea Marco Marrone.. Al momento sono a 440 miglia di distanza.  “Abbiamo cambiato quattro prigioni. Ce la siamo vista brutta. Abbiamo avuto paura”. Sono le prime parole di Pietro Marrone, comandante del Medinea in viaggio per Mazara del Vallo. A parlare con Marrone, da un peschereccio ormeggiato al porto di Mazara, è l’armatore Marco Marrone. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]