Data ultima modifica: 20 Agosto 2020

Nei parchi di Ciampino continua il tour del Circo Ercolino!

LE DATE DI SETTEMBRE:

7 settembre 2020 – lunedì – ore 21:00 – Parco Aldo Moro

8 settembre 2020 – martedì – ore 21:00 – Piazzale dell’Oratorio del Sacro Cuore

9 settembre 2020 – Mercoledì – ore 21:00 – Piazza Ennio Morricone (Via Atene)

10 settembre 2020 – Giovedì – ore 21:00 – Plateatico di Via Bleriot

11 settembre 2020 -venerdì – ore 21:00 – Parco Aldo Moro

 

INFO:

Durata degli eventi intorno ai 100 minuti

Ingresso gratuito

IL CIRCO ERCOLINO:

Gli spettacoli sono realizzati dalla “Circo Ercolino” di Leris Colombaioni, ultimo discendente di una delle più antiche famiglie italiane di tradizione clownesca. La genealogia, che parte dal Padre Nani, grande clown e protagonista del film “I Clown” di Federico Fellini, risale nei secoli fino ai “Travaglia”, compagnia di commedianti che girava di corte in corte a partire dal 1570. Debutta con il circo di famiglia nel 1958, all’età di 5 anni in una borgata di Roma. Nel 1960, assieme al padre Nani e alla madre Huesca Giulia, si esibisce nel prestigioso circo Darix Togni. In seguito si cimenterà con l’avanspettacolo, la rivista, il teatro, il cinema e la tv. Com’è caratteristico della formazione circense egli apprende una vasta varietà di tecniche. Personalmente è convinto che per esprimere il proprio clown interiore al meglio, si debba anche saper essere un saltatore, un acrobata, un cantastorie, un narratore, un giocoliere, un saltimbanco e un attore.

Il Circo Ercolino, da più di 20 anni, muore e risorge, ogni estate, sulla costa tra Anzio, Nettuno e i Castelli Romani, offrendo a generazioni di spettatori, una pausa allegra nella calura estiva dell’Italia centrale.

Questa compagnia ha già collaborato con successo con il Comune di Ciampino nella realizzazione di alcuni eventi destinati ai piccoli cittadini della Città.

Un Circo senza tendone, ma ripieno della tradizione di quel circo-teatro, tipico della famiglia Colombaioni, padri, figli e nipoti, che passa dalla gag grassa e cacciarona, alla poesia clownesca più sopraffina. Musica, ballo, numeri di circo e pop-corn e bruscolini tessono insieme una serata allegra passata sotto il telone stellato del firmamento.”

[Voti: 1    Media Voto: 2/5]