Data ultima modifica: 30 Agosto 2021

L’Amministrazione comunale informa che i livelli di esposizione nei pressi delle antenne sono di 3 volte inferiori al tetto massimo previsto dalla legge (6 v/m), peraltro il più basso d’Europa. Il dato è stato ricavato a seguito delle rilevazioni effettuate nel mese di luglio circa i livelli di intensità dei campi elettromagnetici presenti sul territorio del Comune di Ciampino e dovuti alla presenza di telefonia mobile.

La società Leganet S.r.l., incaricata dall’Amministrazione per le misurazioni, a cagione della tipologia di stazioni presenti sul territorio e della scarsa intensità dei campi rilevati, inoltre, segnala addirittura che in alcuni punti nevralgici della città il fondo elettromagnetico è talmente basso da non garantire la continuità del servizio minimo atteso.

“Preso atto dell’assenza di criticità dovute ai livelli di esposizione ai campi elettromagnetici, l’Amministrazione comunica infine che l’elaborazione del piano e del regolamento antenne riprenderà il suo corso – Lo dichiara in una nota l’Assessore all’Ambiente, Roberto D’Ottavio – Obiettivo dei documenti amministrativi in parola è la razionalizzazione della distribuzione delle stazioni sul territorio nell’ottica di pilotare lo sviluppo tecnologico nel rispetto dei limiti di legge, come comprovatamente fatto sin al giorno d’oggi”.

Verrà infine pubblicato il report con il quale la società illustrerà in maniera analitica l’attività svolta e i campi magnetici osservati nei punti di misura prescelti.

[Voti: 5    Media Voto: 1.4/5]

Allegati

  • antenne • 352 kB • 21 click
    30.08.2021