Data ultima modifica: 9 Marzo 2021

Nella Lombardia zona arancione ‘scuro’ alle prese con l’emergenza coronavirus e le varianti covid, “è chiaro che i numeri non stanno migliorando. Noi stiamo cercando di contenere con tutte le misure che abbiamo assunto. In ogni caso non mi sembra che possano esserci grossissimi cambiamenti, nel senso che l’arancione rafforzato che abbiamo preso è già una misura importante per i fini del contenimento”. A dirlo è il governatore lombardo, Attilio Fontana, a margine della presentazione dell’attività del ‘Treno sanitario’ di Areu Lombardia. Le Indicazioni del Cts nazionale arrivate oggi, ha osservato Fontana “bisogna leggerle con attenzione. E’ chiaro che bisognerà anche ascoltare le decisioni che verranno prese dal governo con il loro provvedimento”. “Credo che in questo momento sia importante una grande collaborazione con il governo e cercare di capire veramente quale sia la direzione che dobbiamo prendere tutte noi Regioni perché in questo momento la situazione è aggravata dal fatto che questo virus sia molto più veloce e rapido, quindi le decisioni vanno prese con la massima urgenza”, ha spiegato ancora il governatore lombardo. Lunedì prossimo le scuole resteranno ancora chiuse in Lombardia? “Non escludo nulla, non ci sbilanciamo. Valutiamo con cautela, con attenzione e con serietà la situazione”, continua Fontana. Il 14 marzo prossimo scadrà infatti l’ordinanza firmata dal governatore, che prevede la zona arancione rafforzata e che stabilisce, tra le misure principali, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.  “L’evoluzione è talmente rapida – ha detto Fontana – che fare anticipazioni rischia di essere assolutamente fuori luogo. Si deve monitorare la situazione giorno dopo giorno, come stiamo facendo. Ci sono delle zone in cui i numeri leggermente stanno migliorando. Guardiamo ottimismo a questi numeri che stanno migliorando e speriamo che si estendano a tutta la Regione”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]