Data ultima modifica: 16 Agosto 2020

Una possibile aggressione per Viviana Parisi e il figlioletto Gioele da parte di uno o due molossoidi, forse Rottweiler, che sarebbero stati visti nella zona di Caronia. Questa la nuova ipotesi sulla morte della dj e la scomparsa del figlio, come si apprende da ambienti giudiziari. Dall’autopsia è infatti emerso che sulla gamba della donna c’erano dei morsi di animale, ma per sapere di che tipo di animale si tratta bisogna attendere il risultato delle analisi dei medici legali. Le ipotesi sono diverse. “Forse Viviana dopo avere scavalcato il guardrail è stata sorpresa dai cani che avrebbero aggredito il bambino, che gridava per la paura – spiega un investigatore – la donna ha provato a difendere il figlio ed è stata azzannata a una gamba. Chissà”. Ma sono solo ipotesi al vaglio degli inquirenti. Cosa è accaduto dopo è ancora un giallo. Forse è salita sul traliccio per chiedere aiuto per il piccolo Gioele, o per scappare dai cani. E’ tutto avvolto nel buio. Intanto gli inquirenti hanno sentito il proprietario dei cani, ma quanto emerso è ancora top secret.  L’altra ipotesi: Gioele morto nell’incidente e il suicidio della dj LA RICERCA CONTINUA – Non si fermano le ricerche del piccolo scomparso lo scorso 3 agosto: questa mattina sono in corso nuovi sopralluoghi in alcune zone, nei pressi dell’autostrada da dove la donna è arrivata con il bambino. Ma gli inquirenti cercano di capire se il figlio fosse ancora vivo quando la donna ha attraversato il guardrail. “Viviana non ha camminato a lungo nel bosco, le scarpe erano pulite” “GIOELE MORTO NELL’INCIDENTE? TESI NON CREDIBILE” -Intanto, su Facebook, il legale della famiglia Mondello ‘smonta’ la tesi secondo cui il bimbo sarebbe morto in seguito all’incidente: “Tesi non credibile, Se fossero emerse tracce ematiche nell’auto lo avremmo già saputo”, scrive in un post. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]