Data ultima modifica: 23 Novembre 2020

Dodici piazze di spaccio del popolare quartiere San Giovanni Galermo, a Catania, sono state sgominate dai carabinieri del Comando provinciale di Catania, che hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip etneo, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. Centouno le persone indagate, accusate, a vario titolo di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante del metodo e della finalità mafiosa e detenzione illegale e porto di armi da fuoco. Nell’imponente blitz sono impegnati oltre 400 carabinieri del comando provinciale di Catania, supportati dai militari delle altre province della Sicilia e dei reparti specializzati dell’Arma. Secondo gli investigatori, “le diverse squadre che gestivano le ‘piazze di spaccio’ godevano di una chiara autonomia sotto il profilo della competenza territoriale e della gestione organizzativa, ma agivano comunque sotto il diretto controllo del gruppo Nizza aderente alla ‘famiglia’ di Cosa nostra catanese dei Santapaola-Ercolano, che imponeva ai ‘capi piazza’ il rifornimento esclusivo dello stupefacente dal medesimo gruppo, i costi e i quantitativi di droga da acquistare”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]