Data ultima modifica: 6 Ottobre 2020

“Il ministro Speranza ha detto che ci sono altre priorità rispetto al calcio, come la scuola? Io penso che qualche volta bisognerebbe pensare prima di parlare. Lo sport è un diritto per tutti gli italiani ed è una priorità come lo sono la scuola e il lavoro, milioni di italiani praticano sport ad ogni livello”. E’ quanto afferma il ct dell’Italia, Roberto Mancini, durante la conferenza stampa che precede l’amichevole del Franchi contro la Moldavia. “Polonia-Italia con 10.000 tifosi sugli spalti? E noi siamo contenti, magari ce ne fossero di più”, sottolinea il ct azzurro riguardo alla sfida di Nations League di domenica a Danzica. “Del ritorno degli spettatori negli stadi preferirei non parlare, ho da tempo la mia idea al riguardo e rimane quella. Sono dell’avviso che potrebbero tornare le persone sugli spalti come avviene in Europa”, conclude il tecnico jesino. Covid, Speranza: “Priorità è scuola, non stadi”    

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]