Data ultima modifica: 10 Agosto 2021

“Bolt irraggiungibile? Ammettiamo che Jacobs abbia i piedi rapidi come lui, il giamaicano è alto 10 cm in più ed è finita lì. Ci vuole un atleta con quelle caratteristiche fisiche e quelle doti di elasticità e di forza che aveva Bolt. Sicuramente Jacobs è un grande atleta. Bolt era un alieno, ma il Jacobs che ho visto qui a Tokyo è più forte di Gatlin”.
Lo ha detto il presidente della Fidal, Stefano Mei, all’Adnkronos parlando dell’ex campione della velocità Usain Bolt e di Marcell Jacobs, vincitore ai Giochi di Tokyo dell’oro nei 100 metri e nella staffetta 4×100.  
“L’attenzione mediatica su Jacobs? Lui è un ragazzo molto serio. E’ chiaro che se vai a fare uno spot è una cosa e se fai un reality è un’altra, ma perché diventa difficoltoso allenarsi. Capisco che i ragazzi, in una carriera di circa dieci anni, abbiano la voglia di fare certe cose, ma se possibile spostiamole verso la fine della carriera. Questo è il lavoro più bello del mondo, perché fai la cosa che ti piace e sei anche retribuito e gratificato dalle vittorie”, ha concluso Mei.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]