Data ultima modifica: 5 Gennaio 2021

La sfida tra Milan e Juventus a San Siro potrebbe essere bloccata dall’Asl di Torino, pronta a intervenire dopo le recenti positività al Covid-19 dei giocatori bianconeri Alex Sandro e Cuadrado. “La Juventus ci ha avvisati della positività al Coronavirus di due giocatori. Per uno, la segnalazione è avvenuta lunedì 4 gennaio, e per il secondo martedì 5 -ha spiegato il dottor Testi, direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Città di Torino, come riportato dal Corriere della Sera edizione Torino-. In questo momento non abbiamo elementi per dire che c’è un focolaio all’interno della squadra, perché sappiamo come è avvenuto il contagio per i due calciatori e perché tutti gli altri compagni sono negativi”. La partenza della squadra è slittata a domani anche in attesa dell’ultimo ciclo di tamponi che si terrà proprio nel giorno della gara. “Se oggi dovessero esserci nuovi positivi e ci fosse l’evidenza di un focolaio non controllato all’interno della squadra, si creerebbe un problema di sicurezza anche per gli altri giocatori -ha aggiunto il dottor Testi -. È chiaro, quindi, che la Asl sarebbe costretta a intervenire, isolando tutti e bloccando la partenza della Juventus per Milano”. “Milan-Juventus si giocherà” ha detto l’assessore regionale all’emergenza Covid-19 della Regione Piemonte, Matteo Marnati, in collegamento con Top Calcio 24. “Ho appena sentito il direttore generale della ASL di Torino e mi ha risposto che non è stata presa alcuna decisione”. “Il nostro interesse è che siano le autorità sportive a gestire la questione. Non c’è un’emergenza che giustifichi un intervento dell’ASL di Torino. Posso assicurare i tifosi che la gara ci sarà. Credo che Testi sia stato frainteso”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]