Data ultima modifica: 10 gennaio 2014
“MINI IMU” DOVUTA ENTRO IL 24 GENNAIO 2014. INFORMATIVA AI CONTRIBUENTI
In data 30 novembre 2013, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 133 del 2013, riguardante anche l’abolizione della seconda rata IMU, il decreto all’art. 1, comma 1, stabilisce che per l’anno 2013, non è dovuto il pagamento del saldo dell’imposta municipale propria per le seguenti tipologie di immobili: 
 
?le abitazioni principali (ad esclusione delle unità immobiliari censite nelle categorie catastali A1, A8 e A9);
?le abitazioni equiparate all’abitazione principale dal comune ai sensi dell’articolo 13, comma 10, del DL 201/2011 e dell’articolo 2-bis del DL 102 (per questo minor gettito non è previsto alcun ristoro), ovvero: anziani e disabili residenti in istituti di ricovero e italiani residenti all’estero a condizione che non risultino locate.
?le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché gli alloggi regolarmente assegnati dagli istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP, istituiti in attuazione dell’art. 93 del DPR 24 luglio 1977, n.616;
?la casa coniugale assegnata al coniuge, disposta a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, si intende in ogni caso effettuata a titolo di diritto di abitazione;
?l’unica abitazione, diversa dalle categorie A1, A8 e A9, posseduta e non locata dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e dal personale appartenente alla carriera prefettizia – secondo quanto disposto dall’art.2, comma 5, del DL 102/2013;
?i terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola di cui all’art.13, comma 5, del DL n. 201 del 2011;
?i fabbricati rurali ad uso strumentale, di cui all’art. 13, comma 8, del DL n. 201 del 2011;
 
Tuttavia vista la mancata copertura del gettito complessivo delle esenzioni da parte del Ministero, il comma 5 dell’art. 1, del D.L. 133/2013, dispone che resta dovuta una quota di imposta denominata “MINI IMU” pari alla differenza di gettito tra l’imposta calcolata su base annua tra aliquota standard (nel caso dell’abitazione principale pari al 4 per mille, nel caso dei terreni agricoli 7,6 per mille) e l’aliquota calcolata su base annua deliberata o confermata dal comune per l’anno 2013 (abitazione principale 4,4 per mille, terreni agricoli 10,6 per mille).
 
Tale differenziale risulta in parte a carico dello Stato nella misura del 60 per cento, mentre il rimanente 40 per cento dovrà essere versato dai contribuenti entro il 24 gennaio 2014.
 
SIMULATORE DI CALCOLO SUL SITO ISTITUZIONALE (link): CALCOLA LA TUA IMU
Anche questo anno l’Amministrazione comunale, al fine di facilitare il calcolo dell’imposta dovuta e la stampa del relativo modello di pagamento F24, ha postato sulla home-page del sito internet istituzionale, un simulatore di calcolo con il logo sotto riportato, che consente il calcolo anche della rata “MINI IMU”
 
VERSAMENTO DELL’IMPOSTA (link)
Ogni contribuente deve effettuare il proprio versamento d’imposta, (non essendo consentito il versamento cumulativo tra contitolari) da eseguirsi a mezzo di modello F24 (sezione IMU e altri tributi locali) ovvero a mezzo dell’apposito bollettino di c.c.p. con numero di conto corrente univoco nazionale disponibile quest’ultimo presso gli uffici postali, andranno utilizzati il codice comune: M272, e i codici tributo: 3912 per le abitazioni principali e 3914: per i terreni agricoli.
N.B. In caso di importi “MINI IMU” di piccola entità (inferiori o pari a €.12,00), la Mini IMU deve essere comunque versata se l’IMU complessivamente dovuta su tutti gli immobili per l’anno 2013, compresa la Mini IMU è superiore all’importo minimo d’imposta stabilito dal Comune nel Regolamento Comunale (€. 12,00 senza conteggiare gli arrotondamenti – art.13 Reg. comunale).

NORMATIVA (link) E ALIQUOTE (link)
 
CONSULTAZIONE RENDITE CATASTALI (link): VISURA CATASTALE PER CONOSCERE LA RENDITA
 
 
 
Per maggiori informazioni:
Ufficio Tributi – Servizio I.M.P. (IMU) Largo Felice Armati, 1
E-mail: ici@comune.ciampino.roma.it 
Tel. 06/79097363-362-352
Il Dirigente del III° Settore
Dott. Raimondo Lucarelli 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]