Data ultima modifica: 4 Giugno 2020

E’ scoppiato in lacrime Jacob Frey, il sindaco di Minneapolis, inginocchiandosi oggi di fronte alla salma di George Floyd, durante la cerimonia funebre che si è svolta nella chiesa dell’università della città del Minnesota. Prima di lui aveva reso omaggio a Floyd il reverendo Jesse Jackson. Oggi si è svolta la prima cerimonia funebre per Floyd nella chiesa della North Central University della città del Minnesota da dove è partita la protesta per l’omicidio del 46enne afroamericano che poi si è diffusa in tutta l’America. Alla cerimonia anche i familiari, amici ed altri ospiti ed il reverendo Al Sharpton, leader del movimento dei diritti civili, pronuncerà un discorso in memoria di Floyd. Sabato vi sarà un’altra cerimonia funebre, privata, in North Carolina, stato dove era nato Floyd. Ed infine lunedì la salma sarà trasferita a Houston, dove è cresciuto, per un’altra cerimonia pubblica. La chiesa dove si svolge oggi la cerimonia può ospitare mille persone ma solo 500 potranno entrare, nel rispetto delle regole del distanziamento sociale per evitare la diffusione del Covid 19. Già ore prima dell’inizio della cerimonia, dimostranti sono riuniti all’esterno della chiesa per dare il loro sostegno alla famiglia di Floyd. Molti indossavano mascherine con su scritto “I can’t breath”, non riesco a respirare, diventato lo slogan della protesta.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]