Data ultima modifica: 8 Aprile 2022

(Adnkronos) – Il produttore cinematografico Massimo Cristaldi è improvvisamente morto la notte scorsa a Roma all’età di 66 anni. Unico e amatissimo figlio di Franco Cristaldi, produttore cinematografico degli anni d’oro del cinema italiano e della sua prima moglie, Carla Rosa Simonetti, lascia la moglie Simona. La notizia della scomparsa è stata comunicata dalla sua società, la Cristaldi Pics srl.  Massimo Cristaldi aveva cominciato fin da ragazzo a lavorare con il padre raccogliendone poi l’eredità. Con la sua Cristaldi Pics ha prodotto numerosi lavori di “assoluta qualità” come ad esempio “Sicilian Ghost Story” (2016), “Salvo” (2013), “Tiberio Mitri – Il Campione e la Miss” (miniserie tv, 2010), “L’Amour Caché” (2007). In questi ultimi tempi era impegnato nella realizzazione di un film tratto dal libro “Tu, mio” dello scrittore Erri De Luca: l’inizio delle riprese era in programma per il prossimo settembre.  Nato a Roma il 23 marzo 1956, Massimo Cristaldi ha iniziato a lavorare nell’industria cinematografica nel 1974 con la società del padre Franco Cristaldi, prima come assistente e ispettore di produzione e successivamente, per nove anni, come direttore di produzione in oltre venti film, lavorando, tra gli altri, con Federico Fellini, Francesco Rosi, Gillo Pontecorvo, Sergio Corbucci, Nanni Loy, Luigi Magni, Giuliano Montaldo, Duccio Tessari, Marco Vicario, Carlo Carlei, Sergei Bondarchuk, Alexandre Arcady, Michael Anderson. Dal 1983 ha continuato la sua professione come organizzatore generale e produttore esecutivo in molte realizzazioni cinematografiche della “2Vides” e della “Cristaldi Pictures” con alcuni dei più importanti registi italiani e stranieri. Nel 1992, a seguito della morte del padre, è subentrato nella proprietà e nella direzione della “Cristaldi Pictures”, della quale ha gestito l’importante library di oltre 260 titoli, come “I soliti ignoti”, “Salvatore Giuliano”, “Il caso Mattei”, “Sedotta e abbandonata”, “Il nome della rosa”. Oltre a innumerevoli premi italiani ed europei, la Cristaldi Film ha vinto due Oscar per il miglior film straniero con “Amarcord” di Federico Fellini e “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore ed un Oscar per la migliore sceneggiatura originale con “Divorzio all’italiana” di Pietro Germi. La ‘Cristaldi Pictures’ è stata fondata nel 1993 da Massimo Cristaldi, allo scopo di proseguire la filosofia imprenditoriale di Franco Cristaldi: produrre film che sappiano unire l’aspetto artistico con quello industriale combinando criteri di qualità e commerciabilità. Massimo Cristaldi era membro della European Film Academy e dell’Accademia del Cinema Italiano (David di Donatello). Dal 1997 al 2002 è stato presidente dall’Apc (Associazione Produttori Cinematografici), in seguito confluita nell’Anica (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche). Nel 2014 Massimo Cristaldi ha fondato la ‘Cristaldi Pics’, vincendo numerosi riconoscimenti con i film prodotti.  

[Voti: 2    Media Voto: 1.5/5]