Data ultima modifica: 4 Ottobre 2020

Un rapinatore è morto e un altro è stato arrestato dagli agenti di Polizia a Napoli. Secondo quanto si apprende, gli agenti sarebbero intervenuti la scorsa notte per sventare un tentativo di rapina con una pistola, poi risultata una replica, in via Duomo, nei pressi della zona portuale, ai danni di tre automobilisti. Nella scontro con la polizia ha avuto la peggio uno dei due rapinatori, un 17enne, morto sul posto, mentre l’altro – il 18enne che risulta incensurato – è stato arrestato per rapina e denunciato per ricettazione. Il giovane è stato trasferito nel carcere di Poggioreale. Secondo quanto si è appreso i due avevano una pistola replica. Secondo quanto ricostruito finora, i due giovani a bordo di uno scooter hanno bloccato un’auto e stavano rapinando le tre persone a bordo. Sul posto è quindi intervento un equipaggio dei Falchi della polizia. Poi il conflitto a fuoco e la morte del 17enne. L’arma utilizzata per la rapina è stata sequestrata e lo scooter utilizzato per la rapina è risultato rubato. Il 18enne arrestato è il figlio di Gennaro De Tommaso, detto ‘Genny la carogna’, ultras del Napoli noto per i fatti avvenuti nello stadio Olimpico di Roma in occasione della finale di Coppa Italia il 3 maggio 2014, dopo il ferimento di Ciro Esposito da parte dell’ultras romanista Daniele De Santis. Gennaro De Tommaso, ritenuto vicino al clan camorristico Misso, è stato in seguito condannato per traffico di droga e ha scelto di collaborare con la giustizia. Viene intanto confermata la circostanza secondo cui il 17enne con precedenti di polizia e il 18enne che risulta essere incensurato, hanno affiancato un’auto ferma all’angolo con a bordo tre giovani con l’intenzione di rapinarli.  È in fase di acquisizione un video di un centro di revisioni auto che documenta la dinamica – a esclusione del momento degli spari – di quanto avvenuto la scorsa notte a Napoli.   

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]