Data ultima modifica: 16 Luglio 2020

Vigili del fuoco al lavoro tutta la notte sulla circonvallazione di Palermo dopo l’allargamento di ieri in seguito al violento nubifragio. I pompieri stanno ancora portando via l’acqua dal sottopasso con le idrovore. E fino a questo momento, come apprende l’Adnkronos, non sono state individuate vittime anche se non viene escluso che “ci possano essere”. Sul posto nella notte anche il sindaco Leoluca Orlando. Dal comando provinciale dei vigili del fuoco fanno sapere che è stato effettuato il prosciugamento dell’acqua con delle pompe ad alta portata proprio per verificare se qualcuno sia rimasto intrappolato negli abitacoli delle auto. Ma fino ad ora non è stato individuato alcun corpo, né risultano dispersi. VIDEO: i vigili nel sottopasso allagato Sul violento nubifragio potrebbe essere aperta una inchiesta dalla Procura di Palermo: sono centinaia le auto rimaste impantanate nei sottopassi della Circonvallazione. Il fascicolo dovrebbe accertare eventuali responsabilità sui numerosi disagi che hanno colpito centinaia di palermitani. “Ci vorranno almeno altre tre o quattro per prima di svuotare il sottopasso sulla circonvallazione di Palermo” e soltanto allora si saprà se ci sono state vittime nel violento nubifragio che ieri si è abbattuto su Palermo. E’ quanto dice all’Adnkronos Agatino Carrolo, comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Palermo che ha seguito per tutta la notte i lavori delle idrovore sulla circonvallazione. Come spiegano i vigili, ieri pomeriggio un cittadino ha riferito di avere visto una coppia in una “macchina bianca” che è rimasta intrappolata nella propria auto. Ma finora non si ha notizie di vittime. “#Palermo, nessuna vittima accertata dai sommozzatori dei #vigilidelfuoco impegnati tutta la notte nel sottopasso allagato: individuate auto sommerse, proseguono le ricerche per escludere la presenza di persone. Idrovore al lavoro per abbassare il livello d’acqua”, l’ultimo tweet di aggiornamento dei Vigili del fuoco.  Sono centinaia intanto, da ieri pomeriggio all’alba di oggi, gli interventi eseguiti dai Vigili del fuoco. Numerose le abitazioni a piano terra e i garage allagati, con auto distrutte e mobili rovinati. Impegnate tutte le squadre dei pompieri di Palermo. Evacuate anche alcune palazzine perché le crepe impediscono la chiusura delle porte. “Provo rammarico e disagio per quanto accaduto ieri a Palermo. Sono caduti 117 mm in mezz’ora, non accadeva da tanti anni”. Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. “Non c’è stata allerta meteo – dice Orlando- non c’è stata alcuna comunicazione dalla Protezione civile”. E ribadisce che “non risultano vittime al momento, anche se la notizia di due presunte vittime ha creato sgomento da parte mia e di tutti, ma non è mai stata confermata”.   

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]