Data ultima modifica: 6 Luglio 2020

Al via il trasbordo dei 169 migranti a bordo della nave quarantena Moby Zaza a Porto Empedocle, tutti risultati negativi al tampone del coronavirus. Il primo pullman ha lasciato il porto scortato da camionette della Polizia e a Carabinieri. Al termine dello sbarco dei 169 naufraghi, che sono a bordo da due settimane, inizierà la sanificazione dei locali. E solo dopo verrà fatto il trasbordo dei 180 migranti che si trovano sulla Ocean Viking che è in rada a poche miglia dal porto. Ter Come ha sottolineato stamane all’Adnkronos Francesco Creazzo della Ong Sos Mediterranee, “la situazione a bordo per ora è tranquilla, è stata distribuita la colazione”. “Adesso i migranti sono in attesa di altre istruzioni. Ci è stato chiesto solo di metterci in rada. Non sappiamo altro”, aggiunge.  Porto Empedocle “non è stato assegnato alla nave Ocean Viking come Pos, cioè come porto sicuro, perché in Italia, a causa dell’emergenza Coronavirus i porti sono ancora chiusi”, spiegano fonti qualificate all’Adnkronos. Il governo ha dichiarato la chiusura dei porti con l’emergenza Covid. “Quindi anche Porto Empedocle – spiegano – è stato assegnato solo un posto dove potere mettere la nave in rada in attesa dei trasbordi sulla nave Moby Zaza”. Sulla nave sono 60 le persone provenienti dal Bangladesh, 3 del Camerun, 17 egiziani, 11 eritrei, 6 del Ghana, 1 ivoriano e 1 del Mali, 11 del Marocco, 46 Pakistani, 16 tunisini, 1 nigeriano, 4 del Sud Sudan e 3 del Sudan del Nord.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]