Data ultima modifica: 30 Settembre 2020

Condanna a 14 anni per Antonio Ciontoli (per omicidio volontario con dolo eventuale) al processo d’Appello bis per l’omicidio di Marco Vannini, ucciso da un colpo di pistola nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015 mentre era a casa della fidanzata a Ladispoli, sul litorale romano. I giudici della seconda corte di Assise di Appello hanno condannato inoltre a 9 anni e 4 mesi i due figli di Ciontoli, Martina e Federico e la moglie Maria Pezzillo per omicidio volontario anomalo.Nel processo bis la Corte d’Assise d’Appello ha condannato a 14 anni Antonio Ciontoli per l’omicidio di Marco Vannini, ucciso da un colpo di pistola nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015 mentre era a casa della fidanzata a Ladispoli, sul litorale romano.  “Chiedo perdono per quello che ho commesso e anche per quello che non ho commesso. So di non essere la vittima ma il solo responsabile di questa tragedia”, ha detto in dichiarazioni spontanee. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]