Data ultima modifica: 1 Febbraio 2021

“Il 2013 era caratterizzato da un forte scontro tra la magistratura e Berlusconi e la magistratura si compattava, realizzando un sistema”. Lo dice l’ex presidente dell’Anm Luca Palamara ospite di Nicola Porro a “Quarta Repubblica”. “Il fatto di compattarsi contro Berlusconi – aggiunge l’ex pm – significa che la magistratura ritiene in quegli anni di mantenere la sua autonomia ed indipendenza in questo modo”. Oggi, conclude Palamara, “c’è la volontà di dire riflettiamo su quello che è accaduto”. “Non mi sento né colpevole né pentito”, ha detto ancora l’ex pm. “Il mio è un racconto fatto da dentro la magistratura, anche il Partito radicale in cui sono entrato appoggerà la commissione d’inchiesta”, ha aggiunto Palamara, spiegando: “Era necessario un rinnovamento della magistratura e una riflessione su cosa non ha funzionato ed io ho voluto fare un’operazione di verità”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]