Data ultima modifica: 28 Novembre 2020

“Il passaggio” del Piemonte “in zona arancione è un passo che ripaga gli sforzi fatti ma proprio perché gli sforzi non vengano vanificati abbiamo previsto misure regionali che adotterò con un’ordinanza insieme a quella del ministro Speranza”. Così il presidente del Piemonte, Alberto Cirio a Sky Tg24. “Per esempio – ha spiegato – per i centri commerciali prevediamo misure molto rigorose per evitare l’assembramento così come per le altre attività che è giusto che riaprano ma sempre in un regime di sicurezza”.  “Dobbiamo vivere questo momento con grande prudenza e responsabilità, non è un traguardo la zona arancione ma un passaggio che ci deve portare alla zona gialla, ma soprattutto per sempre. Questo è il motivo per cui oggi ho radunato gli epidemiologi e abbiamo deciso che in Piemonte per la seconda e la terza media continuerà la didattica a distanza e che prevediamo con una mia ordinanza misure anti assembramento soprattutto per i centri commerciali perché il sacrificio è doloroso per tutti e non deve essere sprecato”, ha aggiunto Cirio al Tg Rai regionale.   

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]