Data ultima modifica: 29 Ottobre 2020

In collaborazione con Pirelli  “Un tempo erano prodotti da specialist, oggi invece in un trend che va avanti da anni il consumatore italiano è sempre più attento agli pneumatici invernali e all season”, che allargano la gamma di soluzioni disponibili così che ogni automobilista possa montare la gomma adatta alle proprie esigenze. Lo sottolinea Daniele Deambrogio, Responsabile del mercato Italia di Pirelli, parlando all’Adnkronos nel ‘pieno’ della stagione del cambio gomme, che si concluderà il prossimo 15 novembre.  “Lo pneumatico estivo continua a rappresentare la maggior parte delle vendite ma oggi – spiega Deambrogio – in Italia fra invernali e all season anche in Italia questo non è più un mercato marginale, anche perché c’è una maggiore consapevolezza sulla sicurezza e sono stati fatti grandi passi in avanti per migliorare i trade off, migliorando le performance di sicurezza, frenata e handling . Ad esempio, oggi lo pneumatico all season ha migliori caratteristiche legate alla brutta stagione, come il comportamento a bassa temperatura o sulla neve, situazione dove però rimane preferibile l’invernale”.  Infatti, precisa, “non esiste il prodotto migliore in assoluto ma la scelta dipende dalle caratteristiche di utilizzo del consumatore. Così il cambio fra estivo e invernale è consigliato a chi fa un utilizzo intensivo della vettura, con lunghe percorrenze, ma anche a chi vive nella fascia alpina” mentre gli pneumatici “quattro stagioni” sono efficaci in molte situazioni non ‘estreme’. Se si usa l’auto prevalentemente in città e si vive in regioni non alpine con temperature che solitamente sono tra i -5°C e i +25°C, facendo meno di 25.000 Km all’anno e non si cercano prestazioni sportive, gli pneumatici all season sono diventati la scelta preferita da molti automobilisti. Una ricerca condotta per Pirelli ha evidenziato che circa l’85% degli automobilisti italiani li sta prendendo in considerazione per il prossimo cambio gomme, soprattutto chi vive in regioni non alpine.  L’interesse è testimoniato anche dal livello di conoscenza, confermato dagli automobilisti: circa il 97% degli italiani dichiara di conoscerli. A motivare il cambio gomme il fatto che, con l’avanzare dell’autunno e quindi delle temperature invernali, sotto la soglia dei 7°C, gli pneumatici estivi non riescono più ad esprimere al meglio le loro caratteristiche. In questo senso gli pneumatici winter, grazie alla loro mescola più “morbida”, che risulta performante anche quando la temperatura va sotto zero, garantiscono su ogni tipologia di superficie anche a bassa aderenza un’elevata tenuta di strada, un’ottima trazione e una frenata sicura, a tutto vantaggio della sicurezza.  Il risultato sono spazi di frenata più brevi sia su strada bagnata (fino al 15%), sia ovviamente su strada innevata, dove la percentuale di miglioramento aumenta di molto (fino al 50%) rispetto a un pneumatico estivo. Su questo fronte Pirelli offre una vasta gamma, dai P Zero Winter, per le vetture più performanti, al Winter Sottozero 3, per le premium di fascia alta, e al Cinturato Winter, rivolto ai guidatori di city car, urban SUV e Crossover. Per SUV e CUV di ultima generazione è disponibile lo Scorpion Winter, mentre il Carrier Winter è rivolto a Van e light truck. La gammaPirelli ‘quattro stagioni’ include invece il Cinturato All Season Plus – per modelli da 15 a 20 pollici acquistati da clienti che si muovono soprattutto in un contesto urbano – mentre è pensato per i proprietari di un Crossover o un SUV, lo Scorpion Verde All Season SF e il Carrier All Season dedicato ai Van e ai veicoli commerciali leggeri.  Il Cinturato All Season Plus e lo Scorpion Verde All Season SF sono disponibili anche con l’innovativa tecnologia Seal Inside, che consente di proseguire la marcia senza perdite di aria anche in caso di forature fino a 4 mm. Per i pneumatici Scorpion Verde All Season è inoltre disponibile l’opzione Self-Supporting Run Flat di Pirelli in caso di foratura. Alla base di tutto, un unico ma fondamentale fattore in comune: qualunque sia la scelta, sul fianco dello pneumatico deve esserci la marcatura “M+S” o 3PMSF (esistono alcune differenze normative nei vari paesi europei) che identifica la gomma che fa evitare le multe e garantisce sicurezza anche d’inverno. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]