Data ultima modifica: 12 Giugno 2020

“Abbiamo sentito come persone informate sui fatti il presidente del Consiglio dei ministri, il ministro della Salute e il ministro dell’Interno. Le audizioni si sono svolte in un clima di massima distensione e collaborazione istituzionale”. Lo ha detto all’uscita da palazzo Chigi il procuratore di Bergamo Maria Cristina Rota. Su quanto detto a fine maggio dallo stesso pm, cioè che la zona rossa era responsabilità di Roma precisa: “Dalle dichiarazioni che avevamo in atto emergeva quello, ad oggi non ho altro da aggiungere. Ora andiamo a completare il nostro lavoro”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]