Data ultima modifica: 17 Gennaio 2020

Le centraline di monitoraggio sulla qualità dell’aria hanno rilevato una situazione di criticità dovuta al superamento dei livelli di PM10 consentiti per legge.
Al fine di contenere l’innalzamento del livello di PM10 nell’aria, il Sindaco Daniela Ballico, ha emesso l’Ordinanza n. 2 – provvedimenti per contrastare l’innalzamento del livello di PM10 con la quale vengono disposte una serie di misure volte al contenimento delle emissioni inquinanti a partire dal 17 gennaio 2020.

Il Sindaco, a partire dall’entrata in vigore di questa ordinanza e per un periodo subordinato all’esito dei controlli Arpa e comunque non prima che il limite di PM 10 nell’aria sia rientrato nella norma per due giorni consecutivi:

ORDINA

  • il divieto di utilizzo di biomassa legnosa per riscaldamento domestico, ad eccezione di quello effettuato tramite impianti ad alta efficienza, e fatte salve, comunque, le abitazioni dove non siano presenti sistemi alternativi di riscaldamento.
  • Il divieto di alimentare combustioni all’aperto, vale per qualsiasi tipologia: falò, rituali, barbecue, fuochi d’artificio, a scopo d’intrattenimento ecc.
  • l’obbligo di provvedere a spegnere i motori dei veicoli in sosta o in sosta prolungata, in particolare nelle zone abitate (autobus in stazionamento ai capolinea, veicoli merci durante fasi di carico/scarico, autoveicoli in prossimità di incroci con traffico intenso, passaggio a livello, ect.);
  • il divieto di circolazione ai veicoli a motore endotermico Euro 0- Euro 1- Euro 2- Euro 3 a benzina ed Euro 0 – Euro 1 – Euro 2 – Euro 3 – Euro 4 Diesel e i motoveicoli a quattro tempi Euro 0 ed euro 1 , dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20:00 dei giorni 18-19 Gennaio 2020;

INVITA 

la cittadinanza ad attuare una serie di “comportamenti virtuosi” per contribuire al miglioramento della qualità dell’aria, come di seguito riportato:

  • ridurre a 9 (nove) ore il funzionamento degli impianti di riscaldamento, nonché diminuire a 18°C (diciotto) la temperatura impostata nei suddetti impianti;
  • accertarsi che i propri impianti di riscaldamento siano a norma con i controlli periodici imposti dalla normativa vigente;
  • evitare di scaldare i motori degli autoveicoli da fermi;
  • provvedere a spegnere i motori dei veicoli in sosta o in sosta prolungata, in particolare nelle zone abitate (autobus in stazionamento ai capolinea, veicoli merci durante fasi di carico/scarico, autoveicoli in prossimità di incroci con traffico intenso, passaggio a livello, ect.);
  • per i veicoli dotati del dispositivo START/STOP si invita ad attivarlo;
  • utilizzare i mezzi pubblici per gli spostamenti;
  • utilizzare in modo condiviso l’automobile per diminuire il numero dei veicoli circolanti (carsharing, carpooling);
  • effettuare verifiche periodiche agli scarichi di tutti i veicoli a motore endotermico tradizionale (verifiche aggiuntive oltre a quelle obbligatorie).
[Voti: 47    Media Voto: 2.4/5]

Allegati