Data ultima modifica: 8 Settembre 2020

“Il fatto che il Pd si sia espresso per il referendum sul taglio dei parlamentari rafforza l’alleanza di governo e ci permette di affrontare le prossime due settimane con la lealtà che ha sempre contraddistinto l’azione di governo”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a margine dell’inaugurazione di Milano Unica alla Fiera di Rho Pero. “Terremmo fede ai patti sia sulla legge elettorale sia sulle modifiche dei regolamenti parlamentari”, ha aggiunto il ministro. “Consiglio di procedere per step. Adesso abbiamo due settimane che ci dividono dal referendum, poi discuteremo di proposte di riforma, come abbiamo sempre fatto, e si troverà una soluzione”, ha spiegato ancora a chi gli chiedeva della proposta del Pd di superare il bicameralismo perfetto dopo il voto. “Penso che il taglio dei parlamentari non possa essere esaustivo di per sé, ma è un primo passo verso il processo di modernizzazione dell’Italia”, ha aggiunto. “Il sì al referendum permetterà ai cittadini di tagliare 345 parlamentari e portarci ai livelli europei. Le stesse opposizioni dichiarando di votare per il sì sono coerenti con la legge che hanno votato in Parlamento in passato, ha detto ancora Di Maio, continuando: “Questa legge costituzionale è stata votata sostanzialmente all’unanimità dalla Camera. Votare sì e dire di votare sì da parte di tutte le forze politiche e anche quelle di opposizione è un atto di coerenza rispetto a quello che hanno votato in Parlamento”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]