Data ultima modifica: 21 Settembre 2020

“I 5 stelle hanno chiesto il voto per il Sì finalizzato ad avere istituzioni più efficienti con un Parlamento di solo 600 eletti. Il Popolo sovrano ha scelto”. Riccardo Molinari, capogruppo alla Camera della Lega lo scrive su Facebook, sottolineando come “ora la logica conseguenza sarebbe che si sciogliessero le Camere per sperimentare finalmente l’efficienza conquistata con la riforma”. “Anche perché, sarebbe strano avere un Parlamento non in linea con la Costituzione nella sua composizione e ancora più strano pensare che un Parlamento sfiduciato dai cittadini possa scegliere il prossimo Presidente della Repubblica”, evidenzia Molinari. “Ha vinto il sì, a questo punto si facciano le riforme, si vada al voto prima di eleggere il capo dello Stato”, ribadisce all’AdnKronos. “Il M5S ha i numeri, facciano cadere il governo, si vada a votare, si proceda con un nuovo Parlamento per l’elezione del capo dello Stato”. Referendum, Sì 68,96%. Di Maio all’Adn: “Ora normalizziamo stipendi”  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]