Data ultima modifica: 25 Giugno 2020

In Puglia e in Liguria nelle prossime elezioni regionali si voterà con la doppia preferenza, per garantire l’equilibrio di genere nei rispettivi Consigli e nel rispetto della Legge 20 del 2016. Lo avrebbe deciso il Consiglio dei Ministri a quanto apprende l’Adnkronos.  Nelle scorse settimane in questa direzione si era mossa in particolare la ministra Teresa Bellanova con una lettera inviata al presidente Giuseppe Conte, sottolineando la relazione tra qualità del governo e della democrazia e maggiore presenza delle donne nei luoghi istituzionali e accogliendo l’appello di ‘Noi rete donne’ e di un nutrito gruppo di costituzionaliste.  Oltre a Puglia e Liguria le regioni che ancora non hanno adeguato le loro leggi regionali alla norma nazionale sono Piemonte, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta e la Provincia autonoma di Bolzano. La proposta per la doppia preferenza di genere è stata avanzata in Cdm, a quanto apprende l’Adnkronos, dal ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia. Il ministro, che oggi ha fatto un’informativa sulla questione, nei giorni scorsi aveva inviato una lettera alla Conferenza delle Regioni affinché, in vista della prossima tornata elettorale, le regioni inadempienti adeguassero le rispettive leggi per garantire l’equilibrio nella rappresentanza tra donne e uomini. Oggi, a fronte dello stallo nei consigli regionali, si è deciso di intervenire. “Oggi il consiglio dei ministri ha scritto una bella pagina in tema di pari opportunità. Anche Puglia e Liguria alle prossime regionali potrebbero votare con la doppia preferenza di genere”, ha affermato Boccia al termine del Cdm. “Oggi il Cdm ha ‘imposto’ la doppia preferenza alle regioni che non avevano provveduto. Va reso merito al governo – ha affermato il vicesegretario Pd Andrea Orlando -, rammarico per i consigli che in 5 anni non sono stati in grado di provvedere”. “Sono molto soddisfatta che il Consiglio dei Ministri abbia dato l’ok all’applicazione del meccanismo della doppia preferenza di genere nelle leggi elettorali di Puglia e Liguria, due regioni che andranno al voto a settembre”, scrive la ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, su Fb. “Una vittoria delle donne. Una decisione importante, che avevo sollecitato in più occasioni anche con una lettera al Presidente del Consiglio” 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]