Data ultima modifica: 9 Febbraio 2022

(Adnkronos) – Il Wolf Prize per la Fisica edizione 2022 è stato assegnato a Anne L’Huillier, con Paul Corkum e Ferenc Krausz “per il lavoro pionieristico e innovativo nel campo della scienza laser ultraveloce e della fisica degli attosecondi e per aver dimostrato l’imaging con risoluzione temporale del movimento degli elettroni in atomi, molecole e solidi”. “Ognuno di loro ha dato contributi cruciali, sia allo sviluppo tecnico della fisica degli attosecondi che alla sua applicazione agli studi di fisica fondamentale” si legge nelle motivazioni del premio che spesso è stato il preludio per il Nobel.  Anne L’Huillier, Socio Straniero dell’Accademia Nazionale dei Lincei, è una scienziata di origini francesi che opera nel campo della Fisica presso l’Università di Lund (Svezia). Dal 1986 al 1993 L’Huillier ha rivestito una posizione permanente presso il Centro di Ricerche Nucleari di Saclay (Francia), nel 1994 si è trasferita presso l’Università di Lund con la posizione di lecturer e quindi, dal 1997, di professore. La scienziata guida un gruppo di ricerca nel campo della Fisica degli Attosecondi, campo in cui impulsi laser della durata di alcune decine di attosecondi (1 as = 10-18 s) sono usati per studiare in tempo reale il movimento di elettroni in atomi, molecole o solidi con lo scopo di comprendere a livello fondamentale i processi elettronici coinvolti, ad esempio, nelle reazioni chimiche.  I contributi di Anne L’Huillier in questo campo spaziano innanzitutto dalla generazione di impulsi ad attosecondi e alla loro caratterizzazione e ottimizzazione. Un altro suo campo di ricerca, altrettanto importante, è rappresentato dallo studio del comportamento dinamico della materia una volta eccitata da questi impulsi di luce ad attosecondi. Di notevole rilievo in quest’area è stata l’applicazione di questi impulsi alla Fisica Atomica, in particolare alla misura del ritardo di fotoemissione di elettroni da atomi, una volta ionizzati dagli impulsi stessi. Anne L’Huillier è membro della Royal Swedish Academy of Sciences e membro straniero della National Academy of Sciences (Usa) e dell’Austrian Academy of Sciences.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]