Data ultima modifica: 4 Settembre 2020

“Io credo che ai romani i giochi di palazzo non interessano e a me non interessano poltrone né apparentamenti. La piattaforma Rousseau ha stabilito che si possono fare alleanze che vanno stabilite caso per caso. A Roma, per il modo in cui stiamo risanando la città e rilanciandola, non credo si possa trovare una convergenza con l’attuale Pd e Zingaretti”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ospite a ‘In Onda’ su La7.  “Io a Zingaretti non ho mai chiesto appoggio né al Pd, cerco l’appoggio dei cittadini”, ha puntualizzato la sindaca parlando della sua ricandidatura alla guida della Capitale e rispondendo a una domanda su un’alleanza con il Pd a Roma. “L’alleanza c’è in sede nazionale per effetto della legge elettorale – ha detto rispondendo a una domanda sull’alleanza tra Pd e M5s al governo – su Roma portiamo avanti un progetto molto complesso di ricostruzione”. Poi, sullo sgombero di Casapound: “Mi sarei aspettata il Pd al mio fianco, sono stati silenziosi. Se la sinistra è il Pd ho qualche dubbio, penso che la sinistra sia anche altro”.   

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]