Data ultima modifica: 28 Luglio 2020

”Grazie per il mugugno preventivo…”. Matteo Salvini prende la parola al Senato per le dichiarazioni di voto sulla proroga dello stato di emergenza e replica così a chi lo contesta. Il leader della Lega inizia a parlare citando le parole del ”professore Sabino Cassese, che non è certo un negazionista… Lei Conte ci ha messo 40 minuti per dimostrare quello che il prof Cassese smonta in un attimo”. “Senza l’emergenza -sottolinea il numero uno di via Bellerio rivolto al premier- non c’è lo stato di emergenza. Lei sta mentendo all’Italia, lei sta dicendo bugie. Non c’è l’emergenza e quindi non si può prorogare lo stato di emergenza…”. ”Si può prorogare lo stato di emergenza? La risposta è negativa. E lo è per un motivo chiaro. La situazione non esiste. Se non c’è un’emergenza, non si può dichiarare uno stato di emergenza. Semplice. Si tratta di una richiesta inopportuna e illegittima Bisogna tornare a una ordinata normalità, firmato Sabino Cassese.Che penso ne sappia più di lei di diritto, presidente Conte…”.  “L’unico stato di emergenza è quello della maggioranza, che non sa dove sbattere la testa…” attacca Salvini. ”Signor presidente, l’emergenza è quella economica. Domani in piazza ci sono i consulenti del lavoro. L’emergenza non è legata al Covid ma alla cig che non è ancora arrivata…”.  “Gli unici turisti che stiamo vedendo sono quelli con i cagnolini e i cappellini che sbarcano a Lampedusa, e che poi spariscono per mezza Italia”.”Gli immigrati -ha sottolineato il numero uno di via Bellerio- scappano dai centri. Io temo che ai vertici europei, per farsi regalare qualche prestito che forse verrà, lei, presidente Conte, abbia firmato una cambiale in bianco per tornare a trasformare l’Italia nel campo profughi che non si merita di essere”. “L’immagine che mi piace di questo Paese è quella di Beatrice Vittoria, nata 2 giorni fa all’ospedale di Mantova da una mamma guarita dal Covid grazie alla cura al plasma del prof. De Donno. Rappresenta italiane e italiani che non si arrendono. Viva l’Italia”. ”Noi rappresentiamo gli italiani liberi e se ciò che diciamo non vi sta bene, uscite pure dall’Aula, perché noi siamo maggioranza nel Paese e torneremo a votare con gli italiani che si potranno dare la mano senza le mascherine”. ”Se pensate di imbavagliare gli italiani con la strategia della chiusura e della paura, sbagliate. Siamo maggioranza nel Paese e torneremo maggioranza in Parlamento. Prima o poi gli italiani voteranno senza mascherina e dandosi la mano”. C’è stata infine polemica al Senato per la durata dell’intervento di Matteo Salvini. Dai banchi della maggioranza è partita la protesta perché al leader della Lega, secondo M5S-Pd, è stata data la possibilità di ‘sforare’ e di parlare di più degli altri, oltre i dieci minuti consentiti. Interviene la presidente dell’Assemblea, Elisabetta Alberti Casellati: ”Avete sforato tutti, io segno tutto e non ho mai interrotto nessuno…”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]