Data ultima modifica: 10 Giugno 2020

“Gli italiani hanno dimostrato un enorme buon senso, però vogliono ritornare a vivere con cautela, a distanza, con le mascherine. E’ curioso che ci abbiano crocifissi per delle manifestazioni pacifiche, pulite, ordinate, mascherinate il 2 giugno, quando prima e dopo a sinistra hanno combinato la qualunque in qualunque piazza, senza che su mezzo giornale ci fosse mezza critica. Posso mentre parlo con una persona abbassarmi la mascherina?” Lo ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite a ‘Di martedì’ su La7.  Il segretario della Lega ha poi spiegato che “di certo nella vita c’è la morte e poco altro, tutto il resto è modificabile. Se io dovessi scegliere tra la salute, il lavoro, la felicità e il benessere degli italiani e il mantenimento a tutti i costi della burocrazia europea della moneta unica ovviamente scelgo gli italiani. Conto di non arrivare a dover fare questa scelta, quindi conto di poter rimanere da protagonista in Europa, però prima viene il benessere della mia gente”. Commentando la nomina di Michele Marone a nuovo assessore a Politiche delle famiglia, giovanili e di parità, politiche del lavoro, politiche sociali, terzo settore, politiche per l’immigrazione e tutela dei consumatori della Regione Molise, Salvini ha poi detto: “Non vediamo l’ora di continuare a offrire l’ascolto e l’impegno della Lega a favore dei cittadini molisani. In un momento di grave crisi sociale ed economica, sarà nostro obiettivo incontrare tutte le associazioni di volontariato, terzo settore e famiglie, per offrire quell’aiuto che il governo non ha ancora dato. Vogliamo fare sempre di più e sempre meglio. Grazie anche a Luigi Mazzuto per il lavoro svolto: ci darà un aiuto prezioso a livello nazionale, soprattutto nel campo delle politiche sociali”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]