Data ultima modifica: 27 Maggio 2020

Roma, 27 mag (Adnkronos) (Gmg/Adnkronos) “Io spero che il ministro degli Esteri venga quanto prima in aula a dirci qual è la posizione dell’Italia” anche “sui silenzi dell’Organizzazione mondiale della Sanità, a cui chiedo vengano rimessi in discussione i contributi della Repubblica italiana se non tutela la sanità dei cittadini italiani”. Lo ha detto Matteo Salvini intervenendo in aula al Senato.    “Sulle responsabilità cinesi e sulla diffusione del virus, penso e spero che ci uniremo alla richiesta di una commissione di inchiesta per capire chi ha fatto e chi non ha fatto cosa”, è l’auspicio del leader della Lega.  Salvini è poi tornato sulla liberazione della cooperante Silvia Romano: “Augurando buona vita a Silvia Romano, a Aisha, aspettiamo di avere con le dovute cautele chiarezze e certezze sul fatto che siano stati dati o no soldi all’organizzazione terroristica e estremistica Al Shabaab. Perché un conto è la cooperazione per la ricerca, un conto è dare soldi per comprare armi per attentati in Italia e nel mondo”.  Per quanto riguarda l’Iran “la settimana scorsa il leader Khamenei ha definito Israele come un virus, un cancro, un tumore da estirpare. Sarebbe ora che l’aula si preoccupasse di un Paese con cui ci sono collaborazioni e su cui in questa aula ci sono silenzi e che merita un dibattito in aula al Senato”, è il pensiero di Salvini. “I nemici di Israele sono nemici del Senato e dell’Italia. Spero che il ministro degli Esteri venga quanto prima a dirci quale è la posizione dell’Italia sulle dichiarazioni folli di Khamenei”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]