Data ultima modifica: 18 Aprile 2021

Il ministro “Speranza deve restare al suo posto? Se fa il suo lavoro sì. Ma se fa politica e vede solo ‘rosso’ parlando di chiusure, chiusure e chiusure, no”. Lo dice Matteo Salvini, oggi al Tg5, nel giorno in cui il titolare della Salute chiede di “non usare la pandemia come una clava nel dibattito politico”. Gli italiani, aggiunge il leader della Lega, “è da un anno che portano pazienza. Adesso con il piano vaccini” che va avanti “senza più Arcuri, con Figliuolo, si può tornare alle vita. Questo deve essere patrimonio di tutti gli italiani togliendo in prospettiva il coprifuoco”. E sull’esecutivo Draghi afferma: “Il governo con il Pd? Porto pazienza e lo faccio per l’Italia. Il presidente Mattarella ci ha chiesto di lavorare insieme per uscire da questa emergenza e questo comporta il fatto di avere pazienza ma lo faccio per il mio Paese”.
 Sul caso Open Arms, per il quale il leghista è stato rinviato a giudizio, Salvini commenta: “Ho passato la mia prima domenica da imputato per sequestro di persona. Io ho fatto il mio quello per cui mi pagavano gli italiani. Vado a processo e mi sembra una scelta politica. E’ il solito vizio della sinistra che quando non ci riesce alle elezioni, prova a vincere in tribunale ma io paura non ne ho”, dice, aggiungendo: “Dove metti la riforma della giustizia? In alto e non per problemi personali perché io non ho fatto nulla, ma per 5 milioni di italiani che aspettano giustizia, soprattutto quella amministrativa e tributaria: aspettare anni per una sentenza è indegno”.
 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]