Data ultima modifica: 16 Gennaio 2022

Federica Brignone ha vinto il Supergigante femminile di Zauchensee. L’azzurra è arrivata prima con il tempo di 1.10.84, davanti alla svizzera Corinne Suter (+0.04) e all’austriaca Ariane Raedler (+0.17). Quarto posto per l’altra azzurra Marta Bassino a (+0.43), mentre all’ottavo posto si è piazzata Elena Curtoni. Solo 19esima Sofia Goggia, caduta senza conseguenze ieri durante la discesa libera. La carabiniera valdostana è tornata alla vittoria a quasi un mese dall’ultima volta a St.Moritz. Bassino nonostante non abbia disputato né prove né discesa, è riuscita ad ottenere il suo miglior risultato stagionale nella disciplina in Coppa del mondo, terminando a 43 centesimi da Brignone, davanti alla francese Tessa Worley. “Sono felicissima. In carriera ho vinto tanto, ma è sempre un’emozione diversa. Oggi era difficile mettere tutti i pezzi del puzzle assieme, perché tante atlete hanno sciato forte ma alla fine è stato difficile fare una prova completa. In tanti hanno sbagliato sopra oppure nella parte bassa”, ha detto Brignone dopo il successo. “Era un SuperG molto veloce anche se non era facilissimo spingere tutte le curve. Nella parte bassa bisognava quasi sciare come in un gigante: è stato veramente bello mi sono divertita molto. Non sono una persona sicura a prescindere: ho bisogno di sciare bene, delle mie sicurezze di avere delle conferme continue – ha aggiunto – Quest’anno sono più tranquilla e oggi sono arrivata dopo dieci giorni a casa. Tutti dovrebbero prendersi un po’ di pausa, soprattutto chi fa tante discipline, e questo mi ha permesso di essere qui carica dove normalmente sarei stata tesa per la mancanza di allenamento”. “Sicuramente ho nel mirino le Olimpiadi, che sono però ancora distanti perché prima ci saranno le tappe italiane che sono molto importanti quindi il focus deve essere quello, cercando di arrivare ai giochi Olimpici con più fiducia possibile, con più risultati utili possibili”.  “Sono contenta perché quando sono arrivata, mi sentivo un po’ al limite, perché comunque è un SuperG da far andare. Non riuscivo ad essere sempre a tempo, ma probabilmente quella era la cosa giusta da fare e quindi sono soddisfatta. Adesso mi riposo due giorni, poi andrò a Cortina: l’idea è quella di fare tutto, poi Kronplatz e vedremo per Garmisch”, ha detto l’azzurra Bassino. “Dopo la caduta di ieri non era facile. Infatti, avevamo detto che avremmo deciso in base alle condizioni di oggi. A camminare mi sento malissimo, mentre quando metto gli sci mi sento nettamente meglio. E’ chiaro che dopo un volo del genere, per essere al cancelletto, è stata una discreta prova”, sono state le parole di Sofia Goggia aggiungendo: “Prendo 9 decimi dalla vincitrice, con i distacchi molto ristretti, ma va bene così anche se oggi arriverò attorno alla ventesima posizione. Ho già stilato il programma di recupero, oggi torno a casa e nel pomeriggio mi aspettano a Bergamo per le terapie. Quindi ho già pronto il programma per recuperare nel minor tempo possibile. Oggi ho corso con delle staffe sotto le ginocchia per tenerle più salde”, ha concluso Goggia. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]