Data ultima modifica: 23 Agosto 2021

“La regione Lazio recepisca l’idea di utilizzare le strutture pubbliche di Farmacap (società partecipata del comune di Roma che gestisce 45 farmacie comunali – ndr), per l’effettuazione a tappeto di test salivari e antigenici degli studenti e docenti in vista del rientro a settembre”. A lanciare la proposta il commissario straordinario Jacopo Marzetti che all’Adnkronos spiega: “da Garante dell’Infanzia davo raccomandazioni, adesso in qualità di Commissario di un’Azienda farmaceutica socio-sanitaria, propongo soluzioni per garantire il rientro a scuola in sicurezza e la continuità della didattica in presenza per il benessere della collettività. La Capitale potrebbe fare da apripista di un progetto pilota, in cui dopo uno screening di massa prima della riapertura si potrebbe procedere all’effettuazione settimanale a campione di tamponi rapidi o test salivari per evitare la diffusione del virus”.  Farmacap, secondo l’ex Garante, potrebbe inoltre garantire “l’approviggionamento e la distribuzione nelle scuole di kit a carico della Regione contenenti mascherine Fp2 e gel disinfettante per tutti gli studenti romani. Disponiamo di 350 dipendenti – ricorda – 200 farmacisti qualificati utilizzabili per l’effettuazione di test oltre che antigenici anche salivari (in quanto non certificabili né attendibili, ma utili soprattutto per i più piccoli) e 150 amministrativi che potrebbero gestire la ricezione e l’analisi dei dati acquisti. Usiamo – esorta Marzetti – queste strutture pubbliche che ha Roma, come anche altri comuni italiani, per aiutare la popolazione in pandemia. Mancano 10 giorni all’apertura delle scuole e serve un’organizzazione aziendale per poter dare questi servizi. Sono dunque necessarie risposte dalla Regione”.    

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]