Data ultima modifica: 19 Gennaio 2021

“Dibattito surreale, per qualcuno qui il problema è perdere la poltrona, qualche collega mi ha fatto vergognare di essere senatore”. Così Matteo Salvini, parlando in Senato, inizia il suo intervento. “State facendo quello per cui qualcuno prima è finito addirittura a processo, la compravendita di senatori”, ha tuonato il leader leghista sulla trattativa dei parlamentari, accusando Conte. “State cercando dei complici da pagare per mantenere le poltrone”, l’affondo. E ancora: “Vedo tanto nervosismo, forse siete meno convinti di portare a casa la poltrona”. “Ricordo ai senatori a vita che si apprestano a votare la fiducia – ha quindi aggiunto Salvini -, cosa diceva il leader dei 5 Stelle di loro, ‘non muoiono mai o muoiono troppo tardi'”.
 “Noi per i no, lo dico a Renzi, abbiamo mollato sette poltrone, non due”, ha poi sottolineato , passando quindi al tema Recovery e Ue: “Sono per due terzi dei prestiti che dovranno essere restituiti, non è ‘cosa vostra’, ma cosa di tutti” e “se la Ue imporrà la patrimoniale, nuove tasse, e voi direte sì sarete attentatori nei confronti degli italiani”.
 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]